COMUNICATO STAMPA #1 DEL 22-11-2017

Nell’ambito della X edizione delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno dal titolo “I frutti avvelenati della globalizzazione. Dalla società liquida a quella solida”, ecco gli appuntamenti di giovedi 23 novembre.
Si comincia alle 9.30 nella Sala degli Specchi di Villa Niscemi (Piazza dei Quartieri 2, Palermo) con “Il ruolo del credito nell’economia globalizzata”. Apre il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Dopo i saluti di Patrizia Di Dio, presidente nazionale Terziario donna Confcommercio, introduzione di Pietro Busetta, presidente della Fondazione Curella e di Alessandro Dagnino, presidente IRFIS FinSicilia SpA. Intervengono: Piero Alessandrini (professore emerito Università Politecnica delle Marche), Giovanni Ferri (pro rettore alla Didattica dell’Università LUMSA), Michele Fratianni (professore emerito Indiana University), Luca Papi (Università Politecnica delle Marche), Enzo Scannella (Università degli Studi di Palermo). Interverranno poi Giovanbattista Cartia (presidente Banca Popolare di Ragusa), Ines Curella (direttore generale Banca Popolare Sant’Angelo), Leonardo Frigiolini (Frigiolini & Partners), Vittorio La Placa (responsabile retail Sicilia di Unicredit), Francesco Maiolini (direttore generale Banca Igea), Vincenzo Macaione (amministratore delegato Primus Capital), Salvatore Vitale (presidente Banca Popolare Sant’Angelo).
Sempre di mattina, alle 9.30, dibattito dal titolo “Le prospettive socio economiche del mezzogiorno: passato, presente, futuro”all’ Ex Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo – aula C330 – Edificio 7 (Viale delle Scienze). Dopo i saluti di Maurizio Carta, componente del comitato scientifico delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno e presidente della Scuola Politecnica dell’ Università degli Studi di Palermo, la tavola rotonda moderata da Daria Mendola (Università degli Studi di Palermo). Primo intervento di Antonio Golini (professore emerito Università Sapienza di Roma) dal titolo “Evoluzione demografica e migrazioni nell’area del Mediterraneo”. A seguire Francesco Scalome (Università degli Studi di Bologna) con “La trasformazione della popolazione italiana tra passato e presente”; Manuela Stranges (Università degli Studi della Calabria) parlerà di “Dinamiche demografiche e spopolamento nel Mezzogiorno”; infine Laura Azzolina (Università degli Studi di Palermo) farà una relazione su “Giovani e Cultura. Limiti e potenzialità di sviluppo del settore al Sud”.
Altra sessione mattutina alle 10.30 alla Facoltà di Giurisprudenza – Aula Circolare (Via Maqueda 172, Palermo) su “Crisi finanziarie degli enti locali: la centralità dell’organo di revisione”. Saluti di Aldo Schiavello (direttore dipartimento di Giurisprudenza – Università degli Studi di Palermo), Fabrizio Escheri (presidente ODCEC di Palermo), Marcello Barbaro (presidente ANCREL-Sicilia), Antonino Gentile (assessore al Bilancio, comune di Palermo). Interventi di Andrea Piraino (Università degli Studi di Palermo) su “Il contesto normativo attuale: il nuovo centralismo e la crisi della autonomie locali”; Maurizio Graffeo (presidente della sezione della Corte dei Conti) su “I controlli esterni della Corte dei Conti nella gestione della crisi dell’Ente Locale”; Caterina Ventimiglia (Università degli Studi di Palermo) su “Il dissesto finanziario dell’ente locale: profili normativi”. Dopo un dibattito si continua nel pomeriggio, alle 15. Intervengono Salvatore Cincimino (Università degli Studi di Palermo) su “Enti locali strutturalmente deficitari e relativi controlli”; Antonino M. Sciacchitano (ODCEC Palermo) su “La procedura di riequilibrio finanziario pluriennale: profili normativi e finanziari”; Antonino Mineo (presidente Asfel Sicilia) su “Il controllo sull’attuazione del piano di riequilibrio: il ruolo del revisore”; Massimiliano La Rosa (ODCEC Palermo) su “La dichiarazione di dissesto: il ruolo del revisore”.
Sempre nel pomeriggio, alle 15, nell’aula magna del dipartimento di Giurisprudenza (Via Filippo Parlatore 67, Palermo), “Questa economia uccide. Per un nuovo umanesimo economico”. Dopo i saluti di Pietro Busetta (presidente Fondazione Curella e Università degli Studi di Palermo), relazione introduttiva di Luigino Bruni (Università LUMSA). La tavola rotonda è moderata da Gabriele Carapezza Figlia (Università LUMSA). Intervengono: Francesco Saverio Coppola (Associazione internazionale Guido Dorso), Umberto di Maggio (Libera) Steni di Piazza (Etica s.g.r.), Antonino Gentile (assessore al Bilancio – Comune di Palermo), Giuseppe Notarstefano (Università degli Studi di Palermo), Sergio Paternostro (Università LUMSA), Guido Rivosecchi (Università LUMSA). Conclusioni di Carmelo Torcivia (Università LUMSA).
Alle 15.30 sessione al Consiglio Nazionale delle Ricerche (Via Ugo La Malfa 153, Palermo) su “Nuove competenze per una cultura della democrazia”. Saluti di Fabio Mazzola (componente del comitato scientifico delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno e prorettore vicario Università degli Studi di Palermo). Alle 16.15 inizia la tavola rotonda coordinata da Salvatore La Rosa (Università degli Studi di Palermo). Intervengono: Antonio Bellingreri (Università degli Studi di Palermo), Antonio La Spina (Università LUISS Guido Carli, Roma), Antonio Purpura (Università degli Studi di Palermo), Giuseppe Savagnone (editorialista “L’Avvenire”e Università LUMSA) e Caterina Ventimiglia (Università degli Studi di Palermo). Dibattito con Valentina Chinnici, Valeria Di Benedetto e Fiorella Munda (docenti di scuola media superiore).